News

Vanno in vacanza !!!

Il Toro torna al rinato Stadio Filadelfia. Il Pastificio Bolognese Muzzarelli dal 1949 sponsor del pennone Mazzola.

LA STAMPA TORINO SETTE

Pubblicato il 24/05/2017

Il 24 e il 25 il Toro torna al rinato Stadio Filadelfia.

È arrivato il «grande giorno»: mercoledì 24 maggio viene inaugurato il nuovo Stadio Filadelfia, la casa del Toro. Merito della Fondazione Stadio Filadelfia che ha sempre creduto nella realizzazione del «grande sogno» e nonostante non poche avversità è riuscita a ridare ai granata la loro casa.  

 

Il programma prevede mercoledì 24 alle 18 l’arrivo degli ospiti, alle 18,30 il saluto di benvenuto, alle 18,35 vengono scoperti i Pennoni della Memoria, alle 19,15 è la volta della targa Don Aldo Rabino, alle 19,30 sono previsti «Racconti di Toro». La squadra del Toro sarà naturalmente presente.  

 

Giovedì 25 maggio l’ingresso del pubblico comincia alle 9,30, alle 9,45 è la volta dell’inno nazionale eseguito dalla Fanfara della Taurinense, alle 9,55 c’è la benedizione dell’impianto, alle 10 il taglio del nastro, alle 10,10 l’inno del Toro, alle 10,30 s’inizia la visita allo stadio.  

 

Sabato 27 svetta l’inaugurazione del campo che avverrà alle 15 con l’inizio del quadrangolare «1° Memorial Don Aldo Rabino» a cui partecipano le squadre esordienti di Torino, Alessandria, Pro Vercelli e Novara. A questo proposito sono in prevendita alla biglietteria dello stadio Grande Torino e sul sito www.ticketone.it i biglietti per il torneo: costano 10 euro per la tribuna coperta numerata e 5 euro per la gradinata non numerata. L’acquirente potrà acquistare in una singola transazione un numero massimo di 4 biglietti. Pochi peraltro i tagliandi ancora disponibili: eccellente l’andamento della prevendita.  

 

I giocatori che saliranno in campo dagli spogliatoi poseranno per primi il piede su un’area di prato originale del Fila, conservata e curata per poterla sistemare a simbolico ricordo del passato che pervade il nuovo Stadio, insieme alla biglietteria ed obelisco recuperati, ai mattoni originari della recinzione utilizzati per il ricostruito muro su via Filadelfia, allo storico portone dello Stadio. La capienza complessiva dell’impianto è di 4 mila posti, metà dei quali nella tribuna coperta ricostruita seguendo il progetto originale datato 1926.  

 

A partire dal 1 giugno 2017 l’impianto sarà consegnato al Torino F.C. per gli allestimenti necessari all’inizio delle attività per la nuova stagione calcistica 2017/2018. 

 

Notevole riscontro fra i tifosi granata sta ottenendo la campagna di raccolta fondi «Insieme per il Fila». Alla realizzazione dei Pennoni della Memoria hanno inoltre contribuito sponsor quali Beretta, Buon Riso, Pastificio Bolognese, Reale Mutua, Fondazione Cottino e gli eredi di Pianelli/Traversa/Navone.  

 

DANIELE CAVALLA  

Fondazione Stadio Filadelfia

Menù estate 2017

Riuscitissimo connubio della Pasta del Pastifico Bolognese con la gustosa creatività dello chef Enzo Gola di Cà Mentin. Cannelloni con sfoglia al nero di seppia ripieni di rana pescatrice su vellutata di asparagi.

NOVITA' 2017 - Margherite con pesto di rucola, ricotta fresca e speck. Venite in Via San Secondo 69 a Torino e provatele! Pasta fresca artigianale ogni giorni.

IL PASTIFICIO BOLOGNESE MUZZARELLI DAL 1949 SPONSOR DEL PENNONE MAZZOLA in ricordo del GRANDE TORO

Torino, 09/05/2017 – Il calcio24.it

ACHILLE MUZZARELLI E CAPITAN VALENTINO MAZZOLA. 

 Una bella storia legata al cuore.

Ci sono storie di vita che ci piace ascoltare e raccontare per la loro semplicità, intrisi come siamo di sofisticatezze quotidiane che lasciano talora privi di interesse. Ma la vera storia di Achille Muzzarelli, continuità di un’antica casa artigianale che opera nel settore della pasta fresca di prima qualità, attrae e per alcuni versi è anche emozionante. Già, l’emozione del ricordo di un bambino che nel lontano1949 aveva solo dieci anni, e oggi, 68 anni dopo, racconta la sua storia realmente vissuta. Achille, fin da bambino è un fervente tifoso del Toro e per indole famigliare si è appassionato alla maglia granata del Grande Torino, legandosi specialmente al capitano Valentino Mazzola. Un giorno, di quel fatidico anno, prima che avvenisse la tragedia di Superga, Achille ricevette in omaggio da Mazzola un distintivo del Toro. Fu un momento emozionante per quel bimbo che adorava il capitano che è stato il simbolo, l’emblema di una storia che si è cucita sulla pelle in maniera indelebile. Dopo quel tragico evento dello schianto dell’aereo che riportava a casa il Grande Torino da Lisbona, Achille promise a se stesso e a papà Giuseppe che avrebbe trovato il modo di onorare il ricordo del Capitano di quella invincibile squadra che tanta gente fece innamorare. Ebbene, nell’occasione della rinascita dello stadio Filadelfia che sarà inaugurato il prossimo 25 maggio, Achille ha mantenuto quella sua antica promessa, legando in qualità di sponsor il suo Pastificio Bolognese e tutta la famiglia Muzzarelli, al Pennone dedicato a Valentino Mazzola. Storie di cuore, di promesse mantenute, di inesauribile orgoglio capace di sentirti a posto con la coscienza, mentre ti fa emozionare per i tanti anni trascorsi e per il magnifico ricordo di papà Giuseppe che si lega alla Leggenda di Valentino Mazzola. Una sorta di gratitudine per quel piccolo distintivo del Toro che oggi è pure un po’ arrugginito dal tempo, ma che conserva intatto il gesto affettuoso che quel bimbo dal nome Achille di soli dieci anni, ancora oggi ricorda come fosse stato ieri. E’ la bellezza di un calcio che appare come qualcosa che inorgoglisce per fede sportiva, ma che poi coglie sfumature di vita che vanno oltre ogni cosa. In fondo è questo, è il gusto delle piccole cose, dei piccoli gesti che diventano improvvisamente grandi per la loro semplicità. Storie di vita che ti riconciliano con un mondo spesso banale, arido di sentimenti, sempre più proiettato verso una superficialità che appare inarrestabile e senza freni inibitori. Ma, per fortuna, ci sono storie romantiche come questa di Achille, capaci di strapparci attimi di riflessione sul significato semplice di vivere una vita a misura d’uomo, con la naturalezza che va alla ricerca dei sentimenti, delle relazioni tra le persone che restano alla base di ogni cosa. Da un piccolo pensiero del campione leggendario, la grandezza di un sentimento portato avanti per tanti anni con il segno tangibile della riconoscenza. E sullo sfondo di quel Pennone del nuovo Filadelfia che si erge orgoglioso e imponente sotto il cielo azzurro diventato metaforicamente granata, rivedremo per sempre le sagome nitide di capitan Valentino Mazzola che regala il distintivo del Toro al bimbo Achille, sotto lo sguardo commosso di papà Giuseppe Muzzarelli. Grazie Achille, per averci fatto vivere questa piccola - grande storia personale, che ci rende partecipi di momenti indimenticabili e capaci di intersecarsi tra cuore e anima. Noi non c’eravamo, ma è come se fossimo stati testimoni oculari di tanta emozione.

 

Salvino Cavallaro               

Fondazione Stadio filadelfia

© 2017, Via San Secondo 69 - 10128 Torino - Tel. 011.591360 / Fax 011.599828 - info@pastificiobolognese.it - P.Iva 08520660013.
Tutte le immagini sono coperte da © Elena Muzzarelli.

La nostra Pasta